link contattaci area riservata

Escursionismo

Alpinismo
giovanile

Gruppo
Speleologico

Coro

Serate
Proiezioni

Campeggio

Rifugio

Strutture
alpinistiche

STRUTTURE ALPINISTICHE

Bivacco Ferrata Palestra di Stupizza Palestra di Carraria Manutenzione sentieri

 

Bivacco CAI Cividale "Sandro e Mauro"

Località:

Sotgoliz (Val Dogna)

Posti letto:

12

Vie d'accesso:

Dalla Val Dogna per il sentiero 640 (ore 3) e per il sentiero 655 (ore 4,30).
Dagli altipiani del Montasio per il sentiero 621 e per la ferrata "Norina".

Ascensioni:

Tutte le vie della parete Nord del Monte Cimone.

Traversate:

Dalla Val Dogna alla Val Raccolana.

torna su

Ferrata "Norina"

Località:

Pizzo Viene tra Val Dogna e Val Raccolana

Vie d'accesso:

Dalla Val Dogna si percorre per 4 km. la strada che da Dogna sale a Sella Somdogna, da qui parte un sentiero segnato (640) per Sotgoliz dalla Val Raccolana, da Sella Nevea si raggiungono i Piani del Montasio, da Malghe Pecol si prende la Via Alta (641) da cui dopo circa un'ora si raggiunge il Livinal di Vandul.

Tempo di percorrenza in salita:

Dalla Val Dogna m. 550 per il sentiero 640 al Bivacco CAI Cividale "Sandro e Mauro" m. 1414 ore 2,30; all'attacco della ferrata m. 1800 ore 1,30; al Pizzo Viene m. 2124 (salita della ferrata) ore 1,30; alla forca di Vandul (Sud) m. 1986 ore 0,15; alla Via Alta di Val Raccolana m. 1570 ore 0,30; alle Casere Pecol (Piani del Montasio) m. 1500 ore 0,45; totale ore 7,00.

Tempo di percorrenza in discesa:

Dalle Casere Pecol (Piani del Montasio) m. 1500 per il sentiero 641 alla Via Alta di Val Raccolana m. 1570 ore 0,30; alla Forca di Vandul (Sud) m. 1986 ore 1,00; al Pizzo Viene m. 2124 ore 0,30; all'attacco della ferrata m. 1800 ore 1,15; al Bivacco CAI Cividale "Sandro e Mauro" m. 1414 (discesa della ferrata) ore 1,15; alla Val Dogna m. 550 ore 1,30; totale ore 6,00.

 

Il CAI di Cividale ha realizzato in tre anni di impegnativo lavoro una via ferrata che risale la parete Ovest del canalone di Vandul, sotto il Pizzo Viene. Su 320 m. di dislivello sono stati posti 700 m. di cavo d'acciaio ed infissi vari che facilitano la risalita; in questo modo si è reso possibile un itinerario continuo dalla Val Dogna attraverso il Bivacco CAI Cividale "Sandro e Mauro" di Casera Sotgoliz (realizzato nel 1979), fino alla Via Alta che inizia dai Piani del Montasio.
Partendo dal Bivacco, raggiungibile in ore 2,30 con il sentiero 640 della Val Dogna, il nuovo tracciato costeggia alla base le pareti Nord del Cimone raggiungendo, su una spalla erbosa sullo spigolo N-NE della Viene, l'itinerario 37b della Guida delle Alpi Giulie (G. Buscaini). Da qui, con breve traversata orizzontale (attrezzature), si raggiunge un ghiaione al termine del quale inizia la ferrata.

Il percorso attrezzato si svolge su una serie di gradoni e risalti naturali, che hanno consentito di seguire un percorso senza forzature; alcune paretine non superabili con facilità sono state munite di gradini metallici o di pioli. Si perviene ad una cavità naturale dalla quale ci si affaccia, quasi di fronte, sull'intaglio della Forca di Vandul (possibilità di bivacco). Da qui si raggiunge in breve la cresta del Pizzo Viene da cui la vista spazia sul Cimone, sul Montasio e sul Canin. La vetta del Cimone è raggiungibile in circa un'ora. È stata approntata all'uscita della ferrata una piazzola per elicottero.

Per la discesa è stato realizzato un percorso alternativo a quello comune del canalone della Viene; questo sentiero percorre per 200 m. la cresta del Pizzo Viene verso Sud, quindi attraverso un sistema di cenge ed un canalino attrezzato con fune fissa, raggiunge la forca di Vandul dalla parete meridionale. Si arriva alla Via Alta di Val Raccolana grazie ad un comodo sentiero , realizzato con la collaborazione delle Truppe Alpine, che scende lungo il Livinal di Vandul passando in prossimità della Grotta delle Pecore. In circa un'ora, lungo la Via Alta, si è alle Casere Pecol dei Piani del Montasio.
Tenuto conto della lunghezza dell'itinerario, dell'ambiente severo, della presenza sui versanti a Nord fino a stagione inoltrata di ripidi nevai, la traversata è consigliabile ad escursionisti esperti e muniti di adeguata attrezzatura.

torna su

Palestra di roccia "Lorenzo Caramel"

Località: Stupizza (Val Natisone)

Scoperta ed attrezzata diversi anni fa da alcuni Soci del Gruppo Rocciatori del CAI di Cividale, si trova sulle pendici del Monte Vogu, sulla destra orografica del Natisone, nelle vicinanze del paese di Stupizza.
Ci si arriva lasciando la statale 54 all'altezza dell'abitato di Stupizza e imboccando, tra le case, una stradina sterrata che porta, dopo circa 100 metri, in prossimità del ponte sul fiume Natisone, dove si può comodamente parcheggiare.
Attraversato il ponte, transitabile solo a piedi, si prende a destra un sentiero che costeggia il fiume, pervenendo in breve ad una traccia che risale il bosco e, attraverso i ruderi del villaggio di Predrobaz, conduce ai piedi della parete (segnaletica in loco).
La palestra, che si sviluppa su alcune pareti di solido calcare, di altezza variante dai venti ai quaranta metri, è stata attrezzata con chiodi cementati, spit e corde metalliche fisse.
Viene utilizzata per le lezioni pratiche dalla Scuola di Alpinismo della Sezione.

torna su

Palestra artificiale di Carraria

Località: Cividale del Friuli, palestra comunale di Carraria

È ubicata all'interno del complesso comunale che ospita diverse associazioni (tra cui anche la sede della nostra Sezione) ed impianti sportivi, nell'immediata periferia di Cividale, in località Carraria di fronte alla chiesetta che segna l'inizio della salita per Castelmonte e consta di pareti artificiali attrezzate per iniziativa della Scuola di Alpinismo della Sezione.
La sua utilizzazione è consentita solo ai Soci CAI nell'ambito degli annuali corsi di preparazione atletica.

torna su

Manutenzione sentieri

Sentiero 640

(comprendente la via ferrata "Norina")
Val Dogna - Bivacco CAI Cividale - Pizzo Viene - Val Raccolana
Dislivello: m. 1574
Tempo: ore 7,30/8,00
Difficoltà: EE

Sentiero 724

(via attrezzata "Palma")
Valico di Stupizza - bivio sent. 725 per la vetta del M. Matajur
Dislivello: m. 1450
Tempo: ore 4,30
Difficoltà: EE

Sentiero 736

Cepletischis - M. Matajur
Dislivello: m. 1073
Tempo: ore 4,00/4,15
Difficoltà: E

Sentiero 736/A

Masseris - Val Polaga - bivio sent. 736
Dislivello: 319
Tempo: ore 1,30
Difficoltà: E

Sentiero 744

Montemaggiore di Taipana - Prosenicco - Valico Robedischis - Montefosca
Dislivello: da quota m. 795 a quota min. m. 396 a quota max m. 800
Tempo: ore 5,30
Difficoltà: E

Sentiero 745

Cepletischis - Topolò
Dislivello: m. 242
Tempo: ore 2,00
Difficoltà: E

Sentiero 747

Castelmonte - Tribil di sopra
Dislivello: da quota m. 618 a quota min. m. 360 a quota max m. 702
Tempo: ore 4,30
Difficoltà: E

Sentiero 748

Albana - Chiesetta dei 3 re - Castelmonte
Dislivello: m. 518
Tempo: ore 2,30
Difficoltà: E

torna su

Sezione “Monte Nero” - Cividale del Friuli (Ud) - Via Carraria, 101 - Tel e Fax 0432 700096 - Note legali