Sentieri Sulle tracce di Rommel

Sentiero Montemaggiore – Rifugio Pelizzo

Tracciato GPS (.gpx) Tracciato Google (.kmz)

Caratteristiche
Durata: 3,00h
Difficoltà: E
Discesa Accumulata: m 306
Ascesa Accumulata: m 659
Lunghezza Reale: 6,00 km

Sentiero 1/3 · Montemaggiore ► Rifugio Pelizzo


  • Tratto CAI 751 – Montemaggiore ► Malga Gosgnach
  • Tratto CAI 749 – Malga Gosgnach ► Malghe di Mersino
  • Tratto CAI 725 – Malghe di Mersino ► Monte Matajur
  • Tratto CAI 736 – Monte Matajur ► Rifugio Pelizzo

Località di partenza
Montemaggiore
Quota: 955 m

Località di arrivo
Rifugio Pelizzo
Quota: 1325 m

Partendo dall'abitato di Montemaggiore di Savogna.
(m. 955)

Risalendo la panoramica del Matajur per 500 metri al primo tornante sulla destra "cartello CAI" 751 in uno spiazzo accanto ad una caratteristica baita, inizia il sentiero che risale la stradina, evitando il tornante ed attraversata la strada.

Dalla parte opposta prosegue lungo una forestale per pochi metri, piegando subito a destra in salita nel bosco.

Sbuca sui prati accanto ad un fienile.
Prosegue lungo un tornantino, attraversa una formazione rocciosa affiorante raggiungendo un bivio ai margini di una radura.

I due sentieri raggiungono in breve il medesimo punto, quello di destra in salita conduce ad una malga ristrutturata, ben visibile dal basso.
Un sentiero in piano conduce alla confluenza con il sentiero originale.

Il sentiero originale superata una valletta, incontra la variante in un punto altamente panoramico.

Superato una curva in breve si giunge alle malghe Gosgnach [m. 1182 m. - ore 0,30 dal cartello], ed al sentiero CAI N� 749 che conduce alla cima del Matajur.
Si passa tra due fabbricati e si continua salendo per ampi prati fino alle malghe di Mersino a quota 1401 m.

In questa località ci si ricongiunge con il sentiero 725 che risale da Stupizza e con il sentiero naturalistico conosciuto come "anello del monte Matajur" proveniente dal rifugio Pelizzo.

Al bivio della Marsinska Planina (q. 1401 m), h 3.30, bivacco ANA a destra lungo il "Sentiero naturalistivo M. Matajur" si raggiunge il Rifugio Pelizzo in 20 minuti.

A sinistra si sale alla cima del Matajur percorrendo prati dove troviamo altri 4 “kazoni” e un suggestivo laghetto naturale che serve per l’alpeggio.
Si prosegue sempre per prati fino a raggiungere il versante settentrionale dove il sentiero piega bruscamente a destra. Un tratto ripido facilitato da tornanti ed alcuni passamani in legno.

In breve si raggiunge la cima del Monte Matajur (m 1641) - h 4.15 - ampia e prativa, ospita una piccola cappella.
[ Maggiori informazioni ]

Dalla cima, un sentiero conduce verso Sud in venti minuti al rifugio Pelizzo (m 1320)

Dislivelli

dislivelli

Rinnova il tuo tesseramento entro il 31 marzo 2017 per non perdere la continuità delle coperture assicurative.

La sede e la segreteria sono aperte il giovedì dalle 20.30 alle 22.30.