link contattaci area riservata
Profilo di una montagna friulana
Info

Indice sentieri

Info

Leggi i termini d'utilizzo

Nota
Per visualizzare correttamente le mappe è necessario che Google Earth sia installato sul proprio computer.

Google EarthScarica Google Earth


SENTIERI CAI – Valli del Natisone

761 - Bocc. di Topolò - M.te San Martino - Passo S.Martino - Chiesa di S.Lucia - Clastra - Scrutto

LocalitÀ di Partenza

Bocchetta di Topolò
Quota: 810 m

LocalitÀ di Arrivo:

Scrutto
Quota: 160 m

Caratteristiche

Durata: 4h
Difficoltà: E
Discesa Accumulata: m 962
Ascesa Accumulata: m 286
Lunghezza Reale: 11,6 km

Scarica tracciati GPS

Tracciato GPS 761 (gpx)

Tracciato Google (kml)

per scaricare i tracciati cliccare col tasto destro e scegliere "salva oggetto (o destinazione) con nome"

descrizione

clicca sulle foto per ingrandirle in modalità galleria

Il sentiero 761 incomincia alla bocchetta di Topolò (q. 810 m) Il sentiero 745 permette l'avvicinamento da Topolò o Cepletischis. Si segue la forestale direzione Sud per un tratto, ad una curva si piega nel bosco a Destra,abbandonando la forestale e iniziando la salita al M.te San Martino.

Con alcuni saliscendi si guadagna quota, fino alle roccette terminali con un ultimo tratto ripido e sivoloso.

M.te San Martino (q. 987 m ore 0.45) Nonostante la fitta vegetazione buon panorama.

Si scende velocemente dal versante opposto ed in pochi minuti si giunge alla chiesetta di San Martino restaurata, risalente al XIII secolo, perfettamente integrata con la natura circostante.

 

 

Si segue una bella e comoda strada forestale evitando i tornanti con scorciatoie nel bosco scendendo lungo il fianco del Mte San Martino.

 

Si raggiunge un prato con ottima vista sul Matajur.

Ritornati sulla forestale, ad una curva si segue la scorciatoia che ripida lungo una dorsale scende verso la strada asfaltata del passo San Martino sopra l'abitato di Canalaz. (q.661 m ore 2.00)

Evidente segnaletica indirizza verso la forestale che in piano contorna il monte Nad Dolino,

Ad una radura si abbandona la forestale imboccando un ripido sentiero nel bosco Si prosegue lungamente in diagonale fino ad una sellettasi cambia versante ma solo per un breve tratto incontrando una nuova forestale.

 

 

Si prosegue comodamente fra la lussureggiante vegetazione incontrando vecchi enormi castagni e l'incrocio per Grimacco.

Si segue il sentiero lungo la cresta sul versante rivolto al Matajur incontrando uno splendido bosco di betulle. Superata una cresta rocciosa si prosegue prima ripidamente poi in leggera discesanella boscaglia incontrando un nuovo incrocio ed una forestale.

Si prosegue lungo la comoda forestale , raggiunta la cresta una breve deviazione conduce alla chiesa di santa Lucia. (q.583 m ore 3.00)

 

La sua costruzione risale al XVI secolo in stile gotico alterato dai restauri.

Si prosegue in cresta lungo la forestale oltrepassato l'incrocio per Brizza,dopo una breve salita si abbandona la forestale imboccando il sentiero sulla destra.Si contornano i margini di una cava di pietra, si attraversa una boscaglia,giungendo ai prati di Clastra.

 

 

Splendidi prati falciati un rimasuglio del paesaggio anteguerra.

 

Maestosi castagni sembrano gendarmi a difesa del minuscolo paesino.Giunti all'agriturismo (q. 385 m ore 3.40) si puo' scendere lungo la strada e una scorciatoia al paese di Scrutto (q. 160 m ore 4.00)

Dislivelli

clicca sul grafico per ingrandirlo

torna in cima

Sezione “Monte Nero” - Cividale del Friuli (Ud) - Via Carraria, 101 - Tel e Fax 0432 700096 - Note legali